Gli occhi di Dio sono eterni – #poesia

la pubblico oggi, a quarant’anni dal buco nero che inghiottì il futuro d’un poeta come Pier Paolo Pasolini non come omaggio all’uomo ma come sprono a chi oggi vuole con la poesia raschiare via le croste delle ideologie dall’anima.  ( le immagini sono tratte da: Mamma Roma )

 

 

images

” gli occhi di Dio sono eterni”

nel duro silenzio
di rustici uccelli
che pungono l’aria
e sopra prati
col sole su la rotta
apre come prua

se avessimo solo passeggiato
quel giorno rubato
alle miserie di tutti i giorni
non saremmo qui ora
a dimenticarci.
per una volta senza umiltà né orgoglio sapendo di non sapere

in questo tempo che ci sfiora
del dolceamaro ottobre
un mese che ci dona
che ci saccheggia e come migrante impaziente
dimmi tu sei scoglio o continente

il vento ha logorato
le nere terre e ruggine
paradiso in chiaroscuro
in attesa de l’orizzonte
che si tinge.

gli antichi raggi
tra le forne ardue
la meraviglia
in quel becco acuto
e noi tra prati incerti
non resta che cingersi del paesaggio e volgere le spalle

cadono gia le foglie
come ciglia bruciate
volano ai piedi dei muri
ed il verde chioma d’estate
superstite raccoglie senza tempo i nidi
oramai irriconoscibili

cupole rovesciate
ingombro

sulle alture pascolano ancora i sogni,
a dissetarsi di vento
rassegnato rialza chiaro
ad invidiare il sonno
assopito, disperso
suona e risuona

cotrozzilivio©2015

0022178f_medium

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...