#poesia – Io so che forse

look_close__son__and_you_ll_believe_by_unabianca-d7m4l7d

” Io so che forse “

Ecco la nuova brezza,
ebbrezza d’un nuovo bisogno.
In quell’aria crivellata come una trina,
l’umile alza gli occhi alla celeste,
che si fa azzurra e stellata,
rapida e creativa
e l’anime son gettate al di là
mentre vento li scavezza.
il destino si svolge.

Notti di stelle, scure di tempesta,
come anime cercano di sfuggire al buio di Caino,
per aspettar lumina dei del mattino.

Il cielo, inciso sul becco dei monti
saetta negli occhi furenti del falco,
mi sfreccia accanto
quello d’una donna
che arde senza amare
e d’improvviso luna, sbaragliando flessuosa
cristalli in milioni di brividi
con un solo dardo di fragilità
incanta muta,
invidiata dal mare
lasciando vuoto il cielo
come le onde in una cornice.

Io so che forse,
per effetto di questa umanità diffusa
assolutamente inspiegabile che s’arruffa
per un segno di croce,
una firma
qualcosa che non abbia significato
ma che ti trasmuta.

Inchiodata alla carne
la veggenza si fa errante

nel silenzio,
volando nella vanità
come cometa ottenebrata
bruceremo come vascelli
senza più gomene
erranza accondiscesa
in quegli oscuri luoghi dell’altrove
e noi forse in attesa
de l’invetriata notte senza colori.

cotrozzilivio©2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...