#poesia – Mentre torno a Zanzibar

pic from: Sergey Ivchenko
pic from: Sergey Ivchenko

” Mentre torno a Zanzibar “

Mentre torno a Zanzibar

cammino al buio s’una strada zitta

e talora l’anima stride, s’arrovella

incandescente riempie.

Da quando intrecciammo i capelli fummo sposi,

restiamo dunque allegri

seppur le stelle sbiadiscono al nostro sole,

nel grigio di questa domenica

solo il giallo d’un fiume africano

riuscirebbe a farmi respirare.

Il vento ha dimenticato di soffiare stamattina,

riposa dietro le colline,

aspetta che la civetta la smetta di fissarlo

assetata di libertà.

C’è una profezia nelle stelle

per l’uomo rannicchiato

in un cantuccio dell’universo d’un opale

La giornata inizia,

lame di luce spazzolano via le nubi

e il gheppio che m’insegue fin nella valle.

Da qui, domina la valle

da qui lancia nel vuoto il suo grido

e lo insegue come povero cerca il pane.

Un bambino melanconico osserva una tromba suonare.

Gli occhi sembrano aver pianto

le mani gonfie e son sicuro piene di desideri,

cerca la luna, amara d’ottobre

che vada infondo al mare

e apre le braccia volando sotto gli occhi.

cotrozzilivio©2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...