#poesia S’alza il vento tra gli ulivi

.
.

” S’alza il vento tra gli ulivi “

Su la cresta del monte

tra rovi e spine

che salgono al cielo

vedo mura sfondate

e col cuore stretto

ti parlo nel vuoto

del vento.

Il cielo di sera è immobile

un’onda improvvisa

ruberà alla luna la voce

e più d’una mano rapace

lei di sconvolgermi è capace,

come marea.

Attraverso la notte non vedo

m’affido al canto dei galli

e al miagolio dei gatti

per camminare

sul ponte coperto di brina.

Tempo rintocca

e vento dondola tra rami.

dove nemmeno i melograni c’han voglia di maturare.

Preferisco misurare il tempo con esplosioni, col sangue, col delirio aspettando che più niente passi e la realtà s’eclissi.

Il tempo non serve più nemmeno ad amare o rispondere alla richiesta di aiuto tutto per non aver più sensi di colpa.

Un giorno esploderà il cielo e resterà solo il fremito nel buio… preferisco misurare il tempo con esplosioni, col sangue, col delirio aspettando che più niente passi mentre s’alza il vento tra gli ulivi.

cotrozzilivio©2013

aggiungo questa nota postuma perché m’accorgo d’aver scritto questo componimento in diversi giorni con un senso di prostrazione e fastidio che solo ora riesco a comprendere.

Per il popolo siriano e per tutti quelli che ovunque siano soffrono della stessa malattia: la guerra. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...