[ Poesia ] Girasole cremisi

Ape indaffarata

essere mortale è fatale

conosci tu la riva

dove non urla tempesta?

oppure anche tu

di primavera t’ammali

quando girasole appare?

 

Ad una siepe di distanza

un corvo, il suo nido,

costruì tra rovi

come armonia fa

tra i nostri cuori,

in solenne sciame.

 

L’ ape indaffarata,

che ingannò il mattino

versando la rugiada

serbò il mattino,

e mentre il crepuscolo finiva

gorgogliò

un alba ancora.

 

Ali spiegò al vento

lassù esultante si lanciò

tra fioritura d’orditi girasoli

ricordando solo

il perder gaio

di vita che scivola tra dita.

 

Tra sospiro di brezza

solo un’ ape ricorderà

quel remoto tragitto,

solo corvo ricorderà

girasole che mai morirà:

Te, girasole cremisi

cotrozzilivio©2013

illustrazione da: lanmeimeia.deviabntart.com
illustrazione da: lanmeimeia.deviabntart.com
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...