[ Poesia ] Saremo gentili e avremo coraggio

Le parole che abbiamo diritto di pronunciare

erano nascoste

nell’ombra delle minacce

ed ora sono la speranza di domani.

 

I ricordi cominciano nella sera

sotto il fiato del vento

a levare il volto e ascoltare la voce del fiume.

C’è una voce, bella come la vita

che canta la libertà su l’aria

e la lunga notte naufragherà al chiaro di luna.

 

Attentamente ascoltiamo il cielo e la terra,

il vento, il mare

ma tra il crepitio di bastioni in fiamme lasciamo l’uomo.

Finita la notte aspra, m’ha tolto il respiro,

lasciato nel giorno andato,

chissà s’era la mia notte o il fetore di cicloni lisergici.

 

Ritmi d’un tempo, assopiti, mai dimenticati,

si risvegliano al solo tuo sorriso,

nemmeno la neve vuole scendere

su questa terra fredda e brulla d’amore.

 

Mano divina la tua che sfiora

da lontano ogni lacrima che perdo,

che ne asciuga l’ ordito che crea

più d’ogni poesia che posso scriverti.

 

cotrozzilivio©2013

pic from  xc222.deviantart.com
pic from xc222.deviantart.com

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...