[ Poesia ] Vita Punge

Nebbie

negli occhi affogano

il rigore che assilla le forme,

nel vuoto degli sguardi,

cresce.

 

Circonvoluzioni estremiste

sorpassano la realtà a velocità warp,

la nebbia ghiacciata

tra le gole scivola nel viottolo.

 

C’è silenzio a lungo

mentre tutto è fermo

tranne l’acqua

che nasce dalla gora

soffia un debole vento

tra le foglie

e libera il cielo

ad un tappeto di semi addormentati.

Eppoi piove.

gocce felici d’incontrare queste rocce.

 

Su ogni foglia

dorme vela umida di destino

e negli occhi i suoi passi perduti

eccoti come erba

d’una terra senza rimedio,

incastrata, tra le parole ricordi

e sogni.

 

Il passo,

l’unico spazio all’uomo concesso

nel vuoto che manca all’adesso.

Scende,

si diffonde festosa, lei

e in quella tempra

il dialogare della sera,

finché nasce giorno

che non conosce passato.

Vita punge.

 cotrozzilivio@2012

.
.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...