[ Poesia ] Apocalisse

Non ti sarò infedele,

non più dell’insetto con la crisalide,

e uscirai dal grembo

come oscurità al mattino.

Scende in tutte le membra

e s’immerge nel sole che avanza

e seppur manchi

niente è più luce di te.

Trabocca ancora il muschio

tra le crepe delle case e ramifica

come il sangue nel vuoto dei cuori.

Nel cielo esterrefatto una smorfia eterna

e il silenzio ostinato della terra,

del sole basso,

dell’ordito delle piante

verso la buia foce s’abbacina tenebra

e tempra, abbrivia,

al dilagare della luce.

cotrozzilivio©2012

Illustration by Robbie Lawrence
Illustration by Robbie Lawrence
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...