[ Poesia ] Giorno diafano

Giorno già voga tra le nuvole

e già la stella, la più silenziosa s’addorme,

sul diafano, immenso, dominio di prora.

Sembra un zoppa primavera questa,

senza quel gorgoglio del sole

che s’apre come acqua fa con la roccia,

indecisa se poi sublimar

o morir nei ruscelli.

Acceso in una rissa di vocaboli

brucia tempo il tempo

ma non si consuma, ne arde,

trasmuta, subentra, stanzia.

Arrivata ora è la mucosa serale luna

e sui bronzi scalmi s’incaglia luce,

come nelle foreste ali più silenziose errabondano.

Scende acquiginoso, il sonno,

su l’erba dei monti,

e sui rami cola a riempir acquatili cisterne.

cotrozzilivio©2012

V3nr3venG3 VanElle VBphoto
Annunci

3 pensieri su “[ Poesia ] Giorno diafano

  1. Come sempre l’Autore ci propone cose di fattura stupenda! Meravigliosi versi che scorrono fluidi regalando immagini ed emozioni crepuscolari. Bravissimo 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...