[ Poesia ] Sul cuore accorte parole d’amore

Osservo il rumore dell’acqua

che zampilla sui tetti,

scalza finisce l’estate,

affoga quel che resta nel sole

intonando la prima, fredda musica

per le stelle d’autunno.

Perché fanno presto ad appassire le rose,

come l’amore,

ne resta solo il profumo.

Oramai nemmeno l’inferno è dalla tua parte

ma forse esiste una via nella notte o nella morte

scavando una fossa da usare come vaso

per nasconderci il crepuscolo

con il sussulto del cuore,

dove ho raccolto amore

come funghi nei boschi

sfogliando i resti degli alberi coi sorrisi.

Torna a danzare, tra le nuvole, a piegare venti,

su le ali torna, così tu possa dire

che l’hai visto volare il giorno.

Fame che diventa desiderio,

turbini, bruciano

anche le note di meraviglia della tua ouverture,

poi lento torna l’improvviso.

Aspetto di camminare ancora

per la strada dei liberi pensieri

e a perdifiato giù,

lungo la scogliera di cascais

affogare.

cotrozzilivio©2012

.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...