[ Poesia ] Rintocchi di sera che s’avvicina

Da giovani ci carichiamo di infinite possibilità, cerchiamo strade, attraversiamo piazze, affoghiamo in brughiere poi, si diventa grandi. Non abbiamo certezze, ne mete precise. Disegnamo, scriviamo, dipingiamo finché non t’accorgi che sei grande e che la vita è luce dall’ombra.

 

 

giorni interi ad osservare

ogni movimento dei tuoi occhi

e mai una volta

che si siano rifiutati di sorridere.

Nella sera, seppur senza luce,

laggiù tu, brilli.

s’eppoi nasce la luna,

che rivoluziona la notte,

graffa, non accarezza.

Non importa se sul corpo o sull’anima,

i graffi fanno sempre male.

Rintocchi di sera che s’avvicina.

s’appoggerà, come sempre

tra i monti

e nei boschi resterà il profumo.

Dondolano le mani edi sorrisi,

come le lenzuola candide, del vento innamorate,

poi, d’improvviso, le prendi e le porti dentro,

come fai con l’amore e con me

che ho sempre fame

di quel vento caldo

che arriva dal tuo cuore,

che brucia l’anima, che cuoce la vita.

Silenzi ora

risuonano attorno alle pietre

e scalpitii di cuori si acquietano.

Vado piano per la strada,

ho paura d’incontrare gli aquiloni,

son così liberi che potrei  .

Poi, t’ho incontrato,

m’hanno detto che sei una bugia,

ma non tradisco i segreti, nemmeno quelli sognati.

cotrozzilivio©2012

Flora Milanese https://www.facebook.com/flora.milanese
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...