[ Poesia ] Respiri abbandonati

Con scaglie e sfridi pensai di riuscire
nella scelta, pensai solo ad alimentare
i ricordi che si nutrono
dei viaggi della nave, fantastica,
chiusa nella bottiglia,
accanto a quel aeroplano
che mai ha potuto volare, invano.

Tra pieghe di rottami stellari,

sfrecciano in cielo bave di nuvole,
che s’arricciano al profumo dell’estate.

Nascere d’estate tra fumi d ‘amori riversi,
che imbrogliano la vita, confondendola
con idee fenomenali,
perché l’amore non torna mai, lo sai,
ne fra i fiori ricamati, delicatamente ornati
d’un kimono bianco di rosso orlato,
ne sulla testa reclina,
negli occhi appena inumiditi
e sul cuore d’accorte parole.

cotrozzilivio©2010/2012


pic from: Ryan Pierse /Getty Images
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...