[ Poesia ] Buchi nel cuore

Quanti gesti sprecati,

perduti

in giri che bastavano solo per un sorriso.

Farò ogni strada,

ogni fiume,

ogni montagna e se poi vorrai cercarmi,

fischia, io sarò lì.

L’aria s’alza al tuo passaggio,

anche il sole si sposta,

oppure son solo io che l’immagino se ti penso.

Campane che suonano,

nelle ore già passate

come un ritorno

e le notti

non avrebbero importanza

se non esistesse l’inganno dell’aurora

dei giorni, dove le parole non servono,

confonderebbero il silenzio.

Bussa ed entra,

non troverai più me,

ma muri sporchi d’amore,

oppure me, scaraventato fuori dalla notte.

Il tempo s’appoggia

dondolando come batacchio,

lungo i muri,

col nettare di bacco che fuma da gli occhi.

Sembra che la vita lo segue lenta,

eppure ne ha davanti ancora che lo inciampa,

arrampicandosi,

afferrando una piccola manciata d’erba.

M’appoggio al vento,

note dondolano furiosamente dalla torre,

rimbalzano sui muri della piazza.

Qui non c’è terra,

c’è pietra dura da scavare con una penna

ed un poco d’inchiostro.

Poi, d’improvviso, torna il silenzio ed il vento.

Il mare è ancora laggiù,

il vecchio ha smesso di sorridere e fuma.

Torna la calma ed ogni volta che il pensiero

si ferma sul ricordo di te si alza il vento che ti arruffava i capelli.

Sera senza stelle,

come non ci sono occhi senza lacrime,

raccolgo gli ultimi raggi caldi e li porto in casa,

poeti e bugiardi temono il bagliore del giorno sai.

cotrozzilivio©2012

pic from: courtneyrose666stock.deviantart.com
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...