[ Poesia ] Cielo indaco sussurra

Cielo indaco sussurra.

l’aria, fuori, accarezza il mattino.

rondini inseguono i treni

che sfilano nella campagna silente.

Persone. Camminano,

costeggiando muri di metallo del sottopasso.

sembrano ombre, nessuno parla, nessuno.

Poi basta un sorriso e tutti girano la testa.

Chi è che ride?

Ridono i bambini che corrono, scalzi.

A loro non interessa se vivono nel buio,

loro sono bambini e la paura lo sa.

Il merlo stasera m’ha aspettato

sull’angolo della finestra è appoggiato,

per riannodare storie con funi

rubate al biondo grano nei campi.

Le strade sono così silenziose ora.

Un venticello basso solleva foglie

e tra fogli di vecchie memorie

ti guardo camminare.

Riflessi nelle ombre di platani e abeti,

le loro cicatrici sembrano le nostre

che hanno fame di tutti gli sguardi

che tu regali a questa città.

Iniziamo a vivere.

cotrozzilivio©2012 tutti i diritti riservati

pic from deviantart.bzartt.com
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...