[ Poesia ] Pensieri come stupidi pezzi di vetro

Pensieri

come stupidi pezzi di vetro

sopra cieli tutti uguali.

Quando parli tu

io e te sembriamo sotto un faro

con buio che ci gira attorno.

Questo che tu chiami amore

è arrivato con un brivido

portato dal sole

che c’ha sfiorato

come una mano sulla spalla

c’ha tenuti fermi

a guardarci dritti nel cuore,

questo che tu chiami amore.

Ecco, lo vedi ora il nostro cielo

lassù, e sai se era libero o malato,

s’è arrivato da lontano,

di cosa è fatto,

di che colore è.

Ci siamo nascosti nel buio,

illuminandolo dei sorrisi alle stelle

giocando sempre lo stesso gioco,

l’unico che, non ha,

bisogno di parole.

Cieli tutti uguali

se parli tu

perché solo una stella

potrebbe capire,

che chi muove il mondo

è quello che tu chiami amore.

Cotrozzilivio©2012

Oleg Zhivetin - Day Dream
Annunci

2 pensieri su “[ Poesia ] Pensieri come stupidi pezzi di vetro

  1. amore ricordo mio vago della giovinezza nelle sue poesie c’è carica di sentimento amoroso sapore d’altri tempi…quandole rose erano gradite…e il sonno semplice tra coltri divise

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...