Koko

 

Seduto, immobile

come un treno fermo in stazione.

La valigia pronta all’uso,

il cappotto blu come la notte

sventola al vento dei passi.

Le lente ruote del vecchio treno

avvitate sui binari,

rilasciano l’odore della libertà che

Koko come sempre non userà.

La valigia resta pronta all’uso,

il cappotto si chiude,

con le mani accarezza il vento

che s’allontana.

Con la valigia pronta aspetterà

che dio arrivi la notte di natale.

Lì, dove la notte canta,

la luna tace e la vita gioca

con un contratto illegale

Koko mastica

il fiele dell’anima tra gli ultimi

fiocchi irregolari di neve.

Seduto, sta, immobile

come un treno fermo in stazione,

allunga la mano

e prende per i suoi sogni

l’ultima luce della sera.

cotrozzilivio@2011

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...